Thiago Alcantara e idee vincenti da sperimentare

109

In una delle sessioni di mercato più strane di sempre, è in Inghilterra ad essere registrato il colpo più affascinante della stagione.

Dopo una trattativa molto intensa, Thiago Alcantara è a tutti gli effetti un giocatore del Liverpool. Jurgen Klopp acquisisce uno dei migliori centrocampisti al mondo aggiungendo ulteriore qualità, alla già immane, vigile nella sua rosa. Una squadra che potrebbe cambiare volto o portare il giocatore a modificare le proprie abitudini sviluppate negli anni tedeschi in quel del Bayern Monaco.

Ma scopriamo insieme come può scendere in campo Thiago con la squadra capitanata da Jordan Henderson. Thiago ha speso il suo periodo in Germania scendendo in campo davanti alla difesa in uno dei più classici 4-2-3-1, una formazione che, a partita in corso, potrebbe essere adottata da Mister Jurgen proprio con Alcantara pronto a subentrare per dare forze fresche a metà campo.

D’altro canto lo spagnolo ha la possibilità di alternarsi con Fabinho e capitan Henderson oltre che spostarsi sulla destra per scambiarsi con Milner. Il ruolo da mezzala potrebbe affascinarlo, creando così ulteriore competizione con Sir. Wijnaldum, nonostante il numero 5 dei reds sembra sia sul piede di partenza con direzione Barcelona.

Il blocco Liverpool resta lo stesso, una squadra che ormai conosce a memorie le tattiche e i pensieri del proprio allenatore, elementi pronti ad essere inculcati anche ad un altro straordinario allievo come Alcantara, pronto per l’ennesima sfida in uno dei club più forti dell’ultimo periodo, prestigiosi e affascinanti al mondo.

Negli altri reparti troviamo ben saldo Allison in porta, con i pali che ritrovano anche Loris Karius dopo il prestito al Besiktas (tornò dal suo club pcoo prima della conclusione della Premier 2019/2020 per divergenze con la società turca). In difesa Gomez, Matip e van den Berg pronti ad alternarsi per affiancare il muro umano Virgil Van Dijk. Tra i terzini, indiscutibilmente Robertson e Alexander-Arnold, giovani ever green sempre pronti ad abbassare la testa e pedalare dinanzi ogni richiesta del proprio allenatore. Due ottimi ragazzi che fungono più da ali che da veri e propri terzini, elemento che cambia il modulo in corsa e sposta decisamente gli equilibri del gioco.

In attacco tutti confermati, anche Minamino unitosi lo scorso gennaio, prima ancora che questa pandemia sconvolgesse ogni tipo di scenario possibile e immaginabile.

Il pubblico tornerà agli stadi prima o poi, ma per il momento i tifosi Reds dovranno godersi da casa questa spettacolare rosa pronta a ripetere i successi finora ottenuti nell’ultimo biennio.

Commenti da Facebook