Questa sera riparte X Factor: edizione rivoluzionata dal Covid

107

Una nuova giuria e un format che vuole essere meno talent e più contest, per X Factor 2020 che si appresta ad aprire il sipario. Stasera prenderà infatti il via con le ‘Audition’ una nuova edizione del programma che quest’anno vede rivoluzionato molto del proprio DNA.

Il motivo della rivoluzione

Il punto di partenza – ha spiegato Nicola Maccanico, Executive Vice President Programming di Sky Italia – è stato capire perché durante l’edizione dello scorso anno si fosse incrinato il rapporto con il pubblico e il risultato in termini di ascolti non ci aveva soddisfatto. Così abbiamo deciso di puntare più sulle storie che stanno intorno alla musica e sul rapporto con le persone. Per noi l’emergenza Covid ha rappresentato l’accelerazione di un processo già in corso”.

Il banco dei giurati rinnovato

La novità più immediata è il banco dei giurati, sul quale quest’anno siedono, oltre all’ormai veterano Manuel Agnelli, Mika che fa il suo ritorno in casa XF, Emma al suo debutto nei panni di giudice e Hell Raton. “In questo momento la musica è ferma – ha commentato Agnelli – e lo sarà ancora per molto, quindi mai come quest’anno è importante parlare di musica in televisione, dove le note non sono mai abbastanza. Mi ha intrigato il progetto alla base di XF 2020 anche perché ci sarà modo di parlare di musica in modo meno spettacolarizzato, ma non per questo meno spettacolare“.

Dubbi sulla fase dei live

Per la fase dei live, che dovrebbe prendere il via dalla fine del mese di ottobre, a Sky stanno ragionando sulla formula che potrà essere la più adatta e sicura. La fase delle selezioni è invece andata in scena nello storico Teatro 5 di Cinecittà, il teatro di posa più grande d’Europa che si è trasformato nel quartier generale di XF 2020.

Commenti da Facebook