Tutto finisce nella vita, anche l’amore? La lezione del film “Time Freak”

175

Vi è mai capitato di vivere una storia stupenda, di innamorarvi di una persona così follemente da ritenere quella relazione interminabile, un sogno stupendo da vivere all’infinito. Poi termina, perché d’altronde tutto finisce e con essa muore una parte di noi, stavolta davvero per sempre.

Questa è solo una parte del racconto contenuto in Time Freak, commedia romantica del 2018 disponibile su Netflix con la regia di Andrew Bowler e le interpretazioni principali di Asa Butterfield (noto principalmente per Sex Education) e Sophie Turner (nota per gli X-Men di ultima generazione).

Il genio della fisica Stillman (appunto Asa) viene lasciato dalla sua ragazza Debbie e, onde evitare di cadere in un tranello mentale che lo porterà a un vero e proprio esaurimento nervoso, crea una macchina del tempo per poter rimediare ai suoi errori evitando così la fine del rapporto per far in modo che questo duri per sempre.

I viaggi temporali saranno molteplici e, di volta in volta, qualcosa cambierà fino a far notare al nostro protagonista quale sia davvero la mossa giusta da fare. Un film molto interessante che fa riflettere parecchio su come affrontare la fine di una relazione, anche una di quelle che in passato abbiamo ritenuto infinite.

La vita è strana e sicuramente le certezze in essa presenti sono in poche, una di queste cita la seguente frase “tutto finisce”, come l’amore d’altronde. Ma questa volta sarà davvero così?

Time Freak è uscito nelle sale statunitensi nel novembre 2018 e in quelle italiane a gennaio 2019 e, come detto a inizio articolo, tale pellicola è disponibile su Netflix tra i film consigliati del momento.

Commenti da Facebook