L’app Immuni è un successo: 1 milione di download. Ma non mancano le critiche

162

Dopo 24 ore dal lancio l’app Immuni ha totalizzato 1 milione di download: secondo il ministro all’Innovazione Paola Pisano, gli italiani hanno capito la sua utilità. Ma scattano le critiche per alcune immagini sessiste contenute al suo interno.

A suscitare le critiche è l’immagine stilizzata di una mamma che tiene in braccio una bimbo e di un uomo davanti al computer. Una scena di quotidianità che rappresenterebbe lo stereotipo della donna casalinga e l’uomo che lavora. La marcia indietro è arrivata subito: nelle nuove immagini a cullare il bebè adesso è il papà mentre la madre è occupata con il suo Pc.

“Siamo tra i primi Paesi al mondo e il primo tra i grandi Paesi Ue ad usare simili tecnologie” ha spiegato la ministra. La app Immuni ha raggiunto numeri considerevoli in poco tempo, piazzandosi al primo posto nella classifica dei download su iPhone e Android. L’applicazione volontaria e anonima, voluta dal governo italiano, notifica ai cittadini l’esposizione al coronavirus.

Commenti da Facebook