Definita la cinquina del premio Campiello 2020

152

È stata scelta dalla giuria dei letterati, presieduta da Paolo Mieli, la cinquina dei finalisti della 58/a edizione del Premio Campiello.

Al vaglio dei 300 lettori della giuria popolare vanno “Sommersione” di Sandro Frizziero (Fazi); “Con passi Giapponesi” di Patrizia Cavalli (Einaudi); “Tralummescuro” di Francesco Guccini (Giunti); “Vita morte e miracoli di Bonfiglio Liborio” di Remo Rapino (Minimum fax) e “L’incanto del pesce luna” di Ade Zeno (Bollati Boringhieri).

Il Campiello Opera Prima è stato assegnato a Veronica Galletta per “Le isole di Norman” (Italo Svevo). In epoca di Covid-19 l’esito del dibattito e del voto è stato annunciato su Rai5 da Mieli ed Enrico Carraro, presidente di Confindustria Veneto e del Campiello in sostituzione del tradizionale, ma oggi impraticabile, dibattito pubblico.

Commenti da Facebook