Liberi Tutti, un grido di battaglia

198

Dopo il successo di Boris, che perdura da tempo e ha ripreso quota con il ritorno su Netflix, per Giacomo Ciarrapico e Luca Vendruscolo ripresentarsi alla scrittura non poteva essere semplice. Soprattutto senza il loro sodale Mattia Torre, a cui “Liberi Tutti” è dedicato sin dal titolo.

“Liberi Tutti” è il primo progetto di serie tv dedicato al portale RaiPlay, dallo scorso sabato disponibile anche su Raitre. Non è il primo progetto che li vede lavorare con la tv di stato: proprio Mattia Torre scrisse e diresse “La Linea Verticale”, una miniserie in cui raccontava in chiave ironica e malinconica la sua malattia.

In questo caso le filosofie dimostrate nel passato sono state rilanciate: da una parte egoismo e cinismo, dall’altra solidarietà e condivisione. Nei dodici episodi da 30 minuti vengono raccontate due concesioni di vita diverse, incarnate dall’avvocato d’affari Michele Venturi e da un gruppo di cohousers che vivono tutti assieme in una comune. Le due strade si congiungono quando Venturi – interpretato da un Tirabassi centratissimo nel personaggio – viene arresto per una mazzetta e costretto agli arresti domiciliari. Senza una casa, è costretto ad accettare la nuova soluzione garantita dalla sua ex moglie.

In maniera sardonica, Vendruscolo e Ciarrapico raccontano come l’avvocato, costretto nel cohousing, passi da un iniziale disprezzo verso la vita in comunità ad aiutare gli altri inquilini, che rischiano uno sgombero per motivi sanitari. Ma attenzione, non è Venturi che cambia e si avvicina a loro, sono loro che capiscono le ragioni del suo cinismo (seppur non apprezzandolo). A “controllare” il tutto ci sono due spassosissimi agenti incaricati di intercettare Michele e che finiranno per affezionarsi ai vari personaggi.

Chi ha amato Boris, amerà anche Liberi Tutti. Rivedrà molte caratteristiche che gli sono proprie, e aggiungerà nuove frasi da utilizzare nella vita di tutti i giorni. E avrà voglia di rivedersi tutte le puntate, di seguito, e attendere una seconda stagione. Che arriverà solo nel 2021.

Commenti da Facebook