A Roma si può tornare a girare i film, ma in sicurezza

134

A Roma già da quest’oggi si potrà tornare sul set cinematografico. Lo ha disposto la Regione Lazio in collaborazione con le associazioni di categoria: si potranno così concludere i film o le serie già iniziate e lasciate a metà.

Tornare sul set è la prima cosa che vogliamo fare. Dobbiamo mettere in sicurezza le condizioni per farlo: l’organizzazione dei nostri set è un sistema complesso, ma abbiamo le capacità, produttive e professionali, di adattarci, magari modificando alcune pratiche“, ha spiegato Francesca Cima, presidente dei produttori Anica, in un’intervista all’ANSA.

Prematuro sapere chi è pronto e quali produzioni potranno iniziare a breve, ma la preparazione è già avviata. “La ripresa – spiega Cima – dovrà essere il frutto di uno sforzo collettivo per il bene di tutta la filiera, inclusi i servizi media, che devono alimentare palinsesti e cataloghi con nuovo prodotto. Oltre ai posti di lavoro, questo settore produce contenuti molto richiesti e di grande importanza per il benessere delle persone e, in ultima analisi, anche per sostenere la produttività del Paese, la capacità di generare reddito e quindi di aumentare consumi e gettito”.

La reale ripresa potrebbe esserci però, probabilmente, solo da giugno, con la conclusione delle opere che erano già sul set e che sono state interrotte in fase di lavorazione. Nel frattempo tutte le produzioni hanno lavorato in remoto allo sviluppo creativo delle nuove opere, insieme agli autori.

Commenti da Facebook