Scontro tra governo e Lega Serie A sulla riapertura del campionato

153

Non c’è ancora un accordo sul protocollo che dovrebbe consentire la riapertura del campionato di serie A. Governo e Lega Serie A sono parecchio distanti, e le decisioni degli altri paesi (Francia, Belgio, Olanda hanno chiuso) pesano sulla decisione finale.

Il comitato tecnico-scientifico sta incontrando le varie componenti del mondo dello sport, come la Figc, per approfondimenti sul protocollo degli allenamenti. Se si troverà un accordo, gli allenamenti ripartiranno e questo potrà avere i suoi effetti sulla ripresa del campionato. Altrimenti il governo decreterà la chiusura del campionato” ha dichiarato il ministro Vincenzo Spadafora ai microfoni di Raitre.

Nella giornata di ieri si era anche parlato di una stretta sul protocollo, col governo che sarebbe pronto a decretare la chiusura del campionato italiano per evitare di incorrere in problemi futuri. Il presidente della FIGC Gabriele Gravina aveva reagito: “Finché sarò presidente della FIGC, non firmerò mai per il blocco dei campionati, perché sarebbe la morte del calcio italiano. Io sto tutelando gli interessi di tutti, quindi, ripeto, mi rifiuto di mettere la firma ad un blocco totale, salvo condizioni oggettive, relative alla salute dei tesserati, allenatori, staff tecnici e addetti ai lavori“.

Commenti da Facebook