You’ll never walk alone

252

Sono giorni particolarmente difficili quelli che stiamo vivendo. Il Coronavirus ci ha stesi e con noi mette in ginocchio non solo il nostro quotidiano, ma anche le passioni come lo sport. Parlando si sport è impossibile non citare il calcio che da sempre vede il primo indiscutibile posto nella scala gerarchica degli eventi sportivi più seguiti nel nostro paese.

Il mondo del calcio è però fatto di tante facce, una di queste è quella del football e cioè la Premier League che, in questa stagione, stava vivendo qualcosa di epico come il dominio totale del Liverpool pronto non solo a prendersi la vendetta sul Manchester City che nel 2014 prima e 2019 poi gli ha strappato la possibilità di vincere la season e chiudere un digiuno che dura dalla stagione 1989-1990.

Vi ho scritto di un dominio totale, si perché lo status attuale dei “Reds” è quello di essere in testa nella classifica con ben 29 partite giocate suddivise in 27 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta per un totale di 82 punti ovvero 25 lunghezze di vantaggio sui rivali di Manchester, sponda City. Un trofeo ormai in tasca, ma il destino ancora una volta gioca un brutto scherzo alla banda di Jurgen Klopp.

Si, perché se nel 2014 è servita una scivolata del capitano Steven Gerrard o nel 2019 una serie di pareggi utili a far perdere il vantaggio consistente sui rivali, oggi è proprio il COVID-19 a bloccare tutto e quindi a rinviare il momento di gloria per i tifosi della KOP.

Un fattore che va al di fuori del campo stesso, un caso globale che mette in seria difficoltà il mondo intero e per il quale la FA pubblica un comunicato ribadendo di essere favorevole al rinvio degli Europei per il 2021 (nota ormai ufficiale ndr) e quindi a poter riprendere l’attività sportiva non prima del 30 aprile. Sarà così? Lo vedremo solo nei prossimi giorni, che intanto passano lentamente e con un pizzico di agonia sulle spalle.

In molti però si sono ritrovati a immaginare un scenario a dir poco bizzarro… pensate all’annullamento di tutti i campionati sportivi attualmente in corso e quindi a come quei 25 punti di vantaggio del Liverpool FC risultassero vani. Beh ammetto che risulterebbe un opzione scellerata data la stagione che, come già scritto in precedenza, ha visto un dominio assoluto di Salah, Firmino, Mane e compagni.

Serve un regolamento extra per risolvere il tutto anche davanti a simili tragedie? Sicuramente, ma è comunque un opzione che viene fuori solo con il senno di poi, perché in fin dei conti nel 2020 non ci saremmo mai aspettati di ritrovarci ai tempi della peste.

Il Liverpool quindi attende con la speranza che tutto torni alla normalità, aspetta ansiosa di scendere in campo, sui prati dell’affascinante Anfield Road pe poter tornare a vincere e magari alzare quella Premier che manca da troppo tempo e che farebbe urlare, più forte di prima, il You’ll Never Walk Alone più epico di sempre.

Commenti da Facebook