L’uscita di “Black Widow” è stata rimandata a data da destinarsi

413

La Marvel ha deciso di rimandare l’uscita nei cinema del film “Black Widow“, previsto il 29 aprile in Europa e l’1 maggio negli Stati Uniti. La scelta è stata adottata visto l’espandersi della pandemia del Coronavirus.

Con i possibili fruitori rimasti a casa e i cinema chiusi, la compagnia americana Marvel ha deciso di rimandare a data da destinarsi la pellicola cinematografica “Black Widow“, una delle più attesa della stagione 2020. A pesare certamente il Coronavirus, che ha costretto numerose attività a chiudere: sono quasi 1500 in tutti gli USA.

Diretto da Cate Shortland, il film vede il ritorno di Scarlett Johansson nel ruolo di Natasha Romanoff/Vedova Nera, affiancata da Florence Pugh (Yelena Belova/Vedova Nera), David Harbour (Alexei Shostakov/Guardiano Rosso) e Rachel Weisz (Melina Vostokoff/Iron Maiden). Il film è ambientato prima di Avengers: Endgame.

Commenti da Facebook