La volta in cui Tiziano Ferro cantò in una band metal

223

Dieci giorni fa è uscito il nuovo singolo di Tiziano Ferro, tre giorni fa ha compiuto quarantanni ma la curiosità che vogliamo raccontarvi oggi riguarda l’ormai lontano 2008.

Dodici anni fa usciva un album intitolato Horror Vacui dei Linea 77, storica band portavoce dell’alternative metal, nu-metal, metalcore e chi più ne ha più ne metta, nella scena musicale italiana di quegli anni. Tiziano Ferro in quel periodo dominava le radio a suon di E Raffaella è mia e nessuno avrebbe mai immaginato di vedere due realtà così differenti incontrarsi.

Incredibile ma vero, all’interno dell’album appena citato è presente una traccia intitolata Sogni Risplendono seguita dalla dicitura “feat. Tiziano Ferro”. Già, proprio Tiziano Ferro che duetta in una canzone con montagne di chitarre elettriche, linee di basso e batteria non certo delicate e le voci di Nitto e Emi aggressive come sempre.

Una vera e propria collaborazione discografica nata non proprio per caso ma nemmeno per strategie di marketing come si poteva pensare all’epoca. Come raccontò il cantante di Latina in un’intervista rilasciata dopo l’uscita del brano, l’incontro avvenne a Torino dopo un’esibizione dal vivo dei Linea 77 alla quale Ferro si presentò in veste di semplice fan essendo già grande ammiratore della band. A concerto finito, dopo una chiacchierata molto genuina e sincera, scambio di contatti e collaborazione a distanza nacque quello che viene ancora considerato uno dei duetti più bizzarri della storia della musica italiana.

Gusti a parte, la canzone era ed è ancora una bella manata in faccia, ascoltare per credere:

Commenti da Facebook