Un segnale radio arriva sulla Terra dallo spazio ogni 16 giorni e gli scienziati non sanno cosa sia

139

Gli astrofisici canadesi della The CHIME Collaboration hanno captato un Fast Radio Burst (Lampo Radio Veloce) caratterizzato da un ciclo che si ripete ogni 16 giorni. Succede a intervalli regolari, per 4 giorni. Poi il silenzio assoluto per 12 giorni. E poi ancora per un ciclo complessivo di 16,35 giorni. Sempre uguale. Il team di scienziati che lo ha scoperto sa da dove viene, ma non ha ancora saputo spiegare cosa sia.

Il segnale radio proviene da una galassia a spirale lontana mezzo miliardo di anni luce. Si tratta del primo Fast Radio Burst periodico mai individuato.

Intercettato grazie al potente radiotelescopio interferometrico Hydrogen Intensity Mapping Experiment (CHIME), piazzato nel Dominion Radio Astrophysical Observatory (DRAO) della British Columbia, in Canada, ha subito affascinato gli scienziati. Tra il 16 settembre 2018 e il 30 ottobre 2019 gli studiosi canadesi hanno infatti scoperto la sua particolare sequenza: la fonte emette il segnale per quattro giorni consecutivi, circa una o due volte all’ora; dopo di ciò si arresta per 12 giorni, per poi riprendere nuovamente a emettere l’FRB con la stessa frequenza.

Ancora incerta l’origine del segnale. Potrebbe ad esempio scaturire dall’interazione tra una stella di neutroni e una stella calda e giovane di tipo O/B (un cosiddetto sistema “vedova nera”). Oppure potrebbe scaturire da un oggetto disturbato dalla vicinanza di un buco nero, responsabile dell’intermittenza del segnale.

I Fast Radio Burst stupiscono e incuriosiscono il mondo della scienza astronomica da oltre dieci anni, ma nuove strutture come il CHIME stanno aiutando a capire qualcosa in più e a sciogliere il mistero. Non si sa ancora cosa emetta questi strani segnali, ma la scoperta di un ritmo preciso è di certo una pista importante da seguire per gli scienziati.

Commenti da Facebook